SCEGLI.
COMBINA.
CREA.

Scegli i componenti, aggiungi gli accessori e colora ogni elemento: Wilier Triestina porterà il tuo segno!

Configura la tua Wilier

 
 
 
 
 
 

Puntorosso Wilier

Un negozio PUNTOROSSO abbraccia Wilier Triestina in tutte le sue declinazioni. Un arredamento studiato ad hoc per accogliere tutti i prodotti della gamma Wilier Triestina, la linea di abbigliamento e gli accessori. Entrare in un PUNTOROSSO sarà come vivere una vera esperienza con la casa di Rossano Veneto.

puntorosso.wilier.it

 
Tecnologie

carbon 60 ton

Rigidità, comfort e resistenza sono le tre componenti che fanno di un telaio monoscocca un grande telaio. Ma è necessario trovare un equilibrio perfetto fra questi fattori, che in caso contrario andrebbero uno a scapito dell’altro. Una fibra di carbonio si caratterizza per il suo modulo elastico, per la sua resistenza alla rottura in tensione e per la sua capacità di allungamento. Più il modulo elastico è elevato e più la fibra è rigida, ma allo stesso tempo risulta anche più soggetta alla rottura in tensione e in allungamento. Un telaio fatto solo con fibre ad alto modulo sarebbe rigidissimo ma molto fragile; al contrario, la prevalenza di fibre a basso modulo lo renderebbe molto resistente ma poco rigido. Nel telaio di Cento1 Superleggera, fibre di carbonio con differenti specificità vengono combinate sapientemente sino a raggiungere un equilibrio virtuoso. Le zone più sollecitate sono realizzate in fibre MR60H (con modulo elastico pari a 60 tonnellate per millimetro quadrato), mentre in altri punti vengono utilizzate fibre T800H (30 tonnellate per millimetro quadrato) e T700SC (24 tonnellate per millimetro quadrato). L’uso della fibra MR60H presenta l’enorme vantaggio di raggiungere la rigidità desiderata usando molto meno materiale rispetto ad un modulo più basso, a tutto vantaggio della leggerezza del telaio.

Tecnologie

carbon 46 ton

Il nome di questa speciale fibra di carbonio prodotta da Mitsubishi sta a significare che può sopportare una pressione pari a 46 tonnellate per millimetro quadrato. Il massimo della tecnologia per garantire la resistenza del telaio.

Tecnologie

WMS

Wilier Triestina ha sviluppato una tecnologia monoscocca di ultima generazione che elimina i potenziali punti critici. Il telaio è più leggero e performante e, al contempo, totalmente affidabile.

Tecnologie

THT

Una delle peculiarità di questo telaio è lo sterzo a diametri differenziati. La parte superiore misura 1”1/8, mentre la base è da 1”1/4. Questa particolare differenziazione dei due diametri, visibile ma non particolarmente accentuata, ci ha permesso di ottenere un bilanciamento ottimale fra la rigidità e la manovrabilità della bicicletta, con un occhio di riguardo alla leggerezza e al comfort.

Tecnologie

Integrated drop out

Nessuna giunzione, niente colla né viti: i forcellini posteriori costituiscono un corpo unico con la parte inferiore del carro. Anche il punto d’incontro, tradizionalmente in alluminio, è parte del monoblocco in carbonio. In questo settore lo spessore dei tubi è stato potenziato per aumentarne la resistenza, pur contenendo il peso. Contemporaneamente, l’angolo è stato ammorbidito per dissipare le vibrazioni trasmesse dal suolo.

Tecnologie

Swing arm integrated design

Il posteriore della Cento1 è un elemento strutturale unico monoscocca. I tubi orizzontali e obliqui del triangolo diventano una sola unità, senza giunture con notevoli vantaggi in termini di reattività del telaio.