#lovemywilier

Chi possiede una Wilier Triestina sa di non avere scelto una bicicletta qualsiasi, sa che quel simbolo con l’alabarda appartiene alla storia del ciclismo, una storia lunga oltre un secolo.
Play video

 

901TRN

L’idea che i progettisti Wilier Triestina avevano durante lo sviluppo della Serie 9 è stata chiara fin da subito. L’obiettivo è stato quello di avere un prodotto off road, adatto ad un uso trail, con un buon travel, divertente, ma comunque con un retrogusto corsaiolo, efficace in salita in pieno stile Wilier Triestina.

LEGGI TUTTO

   
 

scegli.
combina.
Crea.

Scegli i componenti, aggiungi gli accessori e colora ogni elemento: Wilier Triestina porterà il tuo segno!

Configura la tua Wilier
 

Un negozio PUNTOROSSO abbraccia Wilier Triestina in tutte le sue declinazioni. Un arredamento studiato ad hoc per accogliere tutti i prodotti della gamma Wilier Triestina, la linea di abbigliamento e gli accessori. Entrare in un PUNTOROSSO sarà come vivere una vera esperienza con la casa di Rossano Veneto. In un PUNTOROSSO troverete un personale appassionato, preparato e pronto a consigliare il ciclista più esigente.

puntorosso.wilier.it

 

Una storia di successi

Tecnologie

razor edge design

Il Razor Edge Design garantisce stabilità e rigidità torsionale grazie al particolare spigolo che corre lungo il profilo che si diramano dal tubo sella e dal movimento centrale. Lo spigolo rende particolarmente stabile e reattivo il telaio, soprattutto nella pedalata fuori sella.

Tecnologie

carbon 60 ton

Rigidità, comfort e resistenza sono le tre componenti che fanno di un telaio monoscocca un grande telaio. Ma è necessario trovare un equilibrio perfetto fra questi fattori, che in caso contrario andrebbero uno a scapito dell’altro. Una fibra di carbonio si caratterizza per il suo modulo elastico, per la sua resistenza alla rottura in tensione e per la sua capacità di allungamento. Più il modulo elastico è elevato e più la fibra è rigida, ma allo stesso tempo risulta anche più soggetta alla rottura in tensione e in allungamento. Un telaio fatto solo con fibre ad alto modulo sarebbe rigidissimo ma molto fragile; al contrario, la prevalenza di fibre a basso modulo lo renderebbe molto resistente ma poco rigido. Nel telaio di Cento1 Superleggera, fibre di carbonio con differenti specificità vengono combinate sapientemente sino a raggiungere un equilibrio virtuoso. Le zone più sollecitate sono realizzate in fibre MR60H (con modulo elastico pari a 60 tonnellate per millimetro quadrato), mentre in altri punti vengono utilizzate fibre T800H (30 tonnellate per millimetro quadrato) e T700SC (24 tonnellate per millimetro quadrato). L’uso della fibra MR60H presenta l’enorme vantaggio di raggiungere la rigidità desiderata usando molto meno materiale rispetto ad un modulo più basso, a tutto vantaggio della leggerezza del telaio.

Tecnologie

integrated frame protector

Per prevenire danni al telaio dovuti al salto di catena, abbiamo previsto un "chain catcher" integrato al telaio. Un design che si adatta perfettamente ad entrambe le soluzioni di scelta ingranaggi anteriori. Sia per doppia che per tripla, dal più piccolo al più grande.

Tecnologie

easy drive system

Nuova forma e più funzionalità per la scatola sterzo. La sagomatura squadrata alla base e più arrotondata in alto accresce la rigidità nella parte anteriore della bicicletta e, al tempo stesso, la sua manovrabilità.

Tecnologie

IF integrated fork

La ricerca di una maggiore stabilità di guida ha focalizzato e concentrato gli studi sull’ area dello sterzo. È questa una delle maggiori novità proposte da Cento1SR. Un nuovo posizionamento del tubo obliquo e del tubo orizzontale rispetto al tubo di sterzo aumenta virtualmente l’ altezza di quest’ ultimo. L’aumento virtuale che si genera, paragonato alla medesima taglia di Cento1, incrementa la rigidità torsionale del 14% . Nella configurazione ribassata, il tubo obliquo che si integra perfettamente con la testa della forcella genera un profilo aerodinamico capace di ridurre la resistenza all’aria. Il foro d’ingresso della bussola per il freno così nascosto dal tubo obliquo, si mantiene pulito e ben protetto. Il nuovo design aerodinamico che ne risulta dona allo sterzo un notevole rigore estetico, caratterizzato da linee semplici ed armoniose. Gli steli della forcella seguono le medesime caratteristiche aerodinamiche adoperate sul modello TwinBlade. I foderi della forcella penetrano l’aria con una forma affusolata mentre il retro segue con un profilo squadrato tecnicamente chiamato a “coda tronca”. La combinazione di queste due soluzioni di forma aumenta l’efficienza della forcella, ottenendo un miglior compromesso tra aerodinamica, peso e rigidità, rispetto allo stesso profilo con coda continua.

Tecnologie

carbon 46 ton

Il nome di questa speciale fibra di carbonio prodotta da Mitsubishi sta a significare che può sopportare una pressione pari a 46 tonnellate per millimetro quadrato. Il massimo della tecnologia per garantire la resistenza del telaio.